Ecotourism - Case Colomba 

some recipe for more glutton...

         

      Cous Cous di pesce

           Ingredienti:   per 6 persone. 1 Kg.  di semola, 1 Kg. e 500 gr. di pesce da zuppa,2 mazzi di prezzemolo, 6 cipolle,     30 gr. di peperoncino, 30 cl. di olio di oliva, 40 gr. di aglio, cannella a piacere, 500 gr. di concentrato di pomodoro, 1 limone, 100 gr. di mandorle sgusciate, alloro.

Esecuzione:

1° fase: preparare l’acqua per la cottura a vapore della semola con alloro, limone, ciuffi di prezzemolo, una cipolla e la cannella se piace.

2° fase: tritare 4 cipolle e soffriggere con l’olio di oliva in un tegame capiente. Non appena dorata la cipolla aggiungere il concentrato di pomodoro e riempire il tegame d’acqua. Portare ad ebollizione e far bollire per circa 45 min. . A parte preparare un pesto d’aglio, mandorle, prezzemolo e un pizzico di sale, da aggiungere poi al brodo. Quindi aggiungere i pesci precedentemente lavati e squamati, aggiustare di sale. Il pesce più appropriato per la zuppa è il bope, lo scorfano, la cernia, il grongo, la ricciola, il sauro la serrania e la tracina. Quando il pesce è cotto e sale in superfice bisogna toglierlo dal brodo.

3° fase: mettere la semola in un recipiente, preparare un altro recipiente con l'acuq leggermente salata e una grossa insalatiera. La semola si lavora un pò per volta, bagnandola con l'acqua e agendo in senso rotatorio con le mani. Terminato di "incocciare" (termine trapanese per definire il modo in cui si lavora la semola fino a ridurla a "cocci" cioè chicchi) condire con il sale, pepe, una cipolla tritata, prezzemolo, un succo di mezzo limone, alloro, olio e mandorle tritate. Versare il tutto nella cuscussiera con molto garbo, "a pioggia" e cuocere a vapore sull'acqua preparata inizialmente, assicurandosi che non vi sia fuoriuscita di vapore tra pentola e "cuscussiera". Appena spunta il vapore nella cuscussiera fa trascorrere un'ora affinché la semola sia cotta al punto giusto. Quindi versare la semola nell'insalatiera, versare il brodo di pesce fino a quando la semola non risulti omogenea.

4° fase: mcoprire il cous cous con una tovaglia e una coperta di lana e lasciarlo riposare per un'ora. Quindi servire con il brodo rimasto e il pesce.

           Cous Cous di carne

 

Ingredienti:   per 6 persone. 1 Kg. e 200 gr. di agnello a pezzi, 600 gr. di semola, 200 gr. di carote, 250 gr. di patate, 100 gr. di ceci, 150 gr. di zucca, 100 gr. di cipolla, 30 gr. di aglio, 10 cl. di olio di oliva,  120 gr. concentrato di pomodoro, 30 gr. di paprika, un cucchiaino di zafferano, un cucchiaino di pepe nero, un cucchiaino di cannella, 1\2 cucchiaino di chiodi di garofano.

Esecuzione: bagnare la semola con acqua tiepida, un cucchiaio di olio e un cucchiaio di sale. Lasciare riposare 5 min. e manipolare la semola in modo da ridurla i piccoli granuli. Soffriggere l’agnello con la cipolla per 5 min.; aggiungere concentrato di pomodoro, paprika e un litro d’acqua. Fare bollire per 10 min. e unire al brodo i legumi. Versare la semola nella cuscusiera e cuocere a vapore per 10 min. (1° fase di cottura). Dopo 20 min. togliere il cous cous dal fuoco, versarlo in un piatto e amalgamarlo il tutto co 30 gr. di burro. Versare nuovamente la semola nella cuscussiera per la seconda fase di cottura a vapore (10 min.); infine versare il cous cous in un piatto e servie caldo con carne e legumi.

            Pasta col pesto trapanese

 

Ingredienti: per 4 persone.  400 gr. di busiate 6 pomodori maturi, 1 spicchio di aglio, 40 gr. di   mandorle sgusciate, 40 gr. di pangrattato, 10 cl. di olio d’oliva, sale, pepe, basilico.

Esecuzione: privare dei semi e della buccia i pomodori. Pelare le mandorle (dopo averle sbollentate per qualche istante), tostarle al forno e tritarle molto finemente. Spezzettare i pomodori e pestarli in un mortaio con sale, basilico in abbondanza, pepe e uno spicchio di aglio. Quando la salsa sarà ben amalgamata aggiungere olio e le mandorle tritate. 

In una padella a parte fare dorare il pangrattato. Cuocere la pasta in acqua bollente salata, scolarla e condirla con il pesto di pomodori e mandorle. Collocarla nel piatto di portata, cospargerla con il pangrattato e servirla calda.

E’ possibile sostituire il pangrattato con una spolverata di  pecorino.

 

           Tonno alle mandorle

 

Ingredienti: per 4 persone.  800 gr. di tonno a fette, 1 cipolla, 1 cucchiaio di capperi, 75 gr. di mandorle sgusciate, 10 cl. di olio d’oliva, sale, pepe, prezzemolo tritato

Esecuzione: pelare le mandorle (dopo averle sbollentate per qualche istante) e pestarle molto finemente nel mortaio.

Deporle dentro un tovagliolo richiuso a sacchetto e, tuffandole ripetutamente (spremendo di volta in volta) in mezzo litro di acqua, ricavarne un latte di mandorla.

A parte pulire la cipolla e tritarla con i capperi. L’impasto ottenuto soffriggerlo in un tegame con  olio e fette di tonno fino a che non siano ben rosolate. Aggiungere sale, pepe, prezzemolo tritato e bagnare con il latte di mandorla preparato precedentemente.

Terminare di cuocere a fuoco vivo fino a che il sughetto si sarà ristretto e quindi servire caldo. 

           Polpette di sarde

 

Ingredienti: sarde spinate, aglio, un ciuffo di prezzemolo, 40 gr. pinoli, 40 gr. uva passa, 100 gr.  pane grattugiato, sale, pepe, uova (1 uovo ogni 300 gr. di sarde).

Esecuzione: passare al setaccio le sarde, unire pinoli, uva passa, pane grattugiato uova, sale, prezzemolo tritato fino alla consistenza desiderata. Fare delle polpettine e friggere in oli d’oliva. 

           Cassatelle

 

Ingredienti: per la pasta: 500 gr. di fior di farina, 50 gr. di zucchero,  100 gr. di strutto (o 5 cucchiai di olio di oliva)

per il ripieno:  1 Kg. di ricotta, 300 gr. di zucchero, 2 cucchiai di pinoli, 50 gr. di zuccata a pezzetti, 50 gr. di cioccolata fondente a pezzetti

per la glassa:  500 gr. di zucchero (o miele), cannella, olio d’oliva (o strutto) per friggere

Esecuzione: on la farina, 50 gr. di zucchero, lo strutto (o olio) e un po’ di acqua, preparare una pasta piuttosto morbida, ben lavorata e liscia. Coprirla con un tovagliolo pulito e porla a riposare per una mezz’ora.

A parte passare più volte la ricotta al setaccio di crine e, rimescolando  a lungo con la spatola di legno, incorporarvi lo zucchero precedentemente disciolto in un pentolino, sul fuoco, con mezzo bicchiere d’acqua. Aggiungere la zuccata, la cioccolata, e i pinoli.

Tirare dalla pasta delle strisce di qualche millimetro di spessore e della larghezza di circa dodici centimetri, deporvi a distanze regolari delle cucchiate di ripieno, ripiegare la pasta per chiudere il composto e ricavarne con l’apposita rotella dei pasticcini a mezza luna, pressando bene sui bordi.

Friggere le “cassatele” in strutto (o olio) caldo e abbondante, scolarle e deporle su un foglio di carta paglia, per eliminare l’unto in esubero.

A parte preparare una glassa con 500 gr. di zucchero e mezzo bicchiere d’acqua in una pentola sul fuoco, fino a formare uno sciroppo filante. Disporre le “cassatelle” sul piatto di portata e irrorarle con glassa o con uguale quantità di miele caldo. Spolverizzare con cannella pestata finemente nel mortaio e servire le cassatele fredde.

 

[Welcom][Our House] [Photo house] [Where we are[Daytrips] [Immagines of territory] [Events] [Museum]

[Tipical Product[Links] [Trekking & Park]  [guest book] [OurPrices] [Equipments and facilities][Privacy Policy] [contact us]

Up to date : 10 Jamuary 2011

 Web site designed and mainteined by Fabio Bertolazzi  

text  & foto by Fabio Bertolazzi 

Copyright  Baglio Case Colomba © 2001-2013

www.casecolomba.comwww.casecolomba.bewww.casecolomba.me.ukwww.casecolomba.co.ukwww.casecolomba.dewww.casecolomba.net - www.casecolomba.org